Home » Arredamento d'interni » Costruire un Soppalco Fai Da Te in Legno, Metallo o Muratura

Costruire un Soppalco Fai Da Te in Legno, Metallo o Muratura

Arredamento d'interni
324 0
Soppalco in legno fai da te

Costruire un soppalco, soprattutto in ambienti dagli ampi volumi, può rappresentare una soluzione progettuale tanto pratica quanto suggestiva da un punto di vista puramente estetico.

Se non avete idea di come muovervi nella progettazione e nella costruzione di un soppalco, qui troverete degli utili suggerimenti che vi sveleranno tutto ciò che c’è da sapere. Inizieremo con l’analizzare la normativa che ne regola proprio la realizzazione, per poi fare distinzione tra strutture fisse o autoportanti nonché sull’impiego di diversi materiali.

Ci concentreremo in particolare sulla costruzione fai da te di soppalchi in legno, in metallo o in muratura, senza dimenticare la scelta delle scale e della ringhiera, vi ricordiamo inoltre che sul nostro sito troverete anche tantissime idee di arredamento originali per soppalco.

Indice

Normativa

La progettazione e la costruzione di un “soppalco con permanenza di persone” dovrà rispettare regolamenti e limiti stabiliti a norma di legge. È tramite il decreto ministeriale del 5 luglio 1975 (G.U. 18-7-1975, N. 190) e successive modifiche che vengono stabiliti i criteri di costruzione volti a garantire la corretta aeroilluminazione del locale da soppalcare.

Tenendo presente che la normativa può variare di Comune in Comune, ed è quindi sempre buona regola rivolgersi al proprio ufficio tecnico di competenza, in linea generale:

  • l’altezza minima di un locale da soppalcare dovrà essere di 4,5 metri;
  • le altezze sopra e sotto il soppalco dovranno essere minimo 2 metri;
  • l’altezza minima del soppalco dovrà essere di 2,70 metri;
  • l’altezza minima per corridoi, bagni e ripostigli scende a 2,40 metri;
  • la superficie non dovrà superare 1/3 della totale abitazione.

Vogliamo inoltre ricordarvi che la costruzione di un soppalco, in particolar modo all’interno di un condominio, potrebbe costituire un aumento dei millesimi e di conseguenza un aumento delle spese condominiali.

Soppalco autoportante

Modello di soppalco autoportante

Un soppalco autoportante ha il vantaggio di non necessitare di opere murarie. Grazie ad un sistema composto da travi e colonne scarica il peso della struttura direttamente sul pavimento. Permette quindi una realizzazione rapida e decisamente meno impegnativa in termini di lavorazione. Questo tipo di soppalco potrà essere costruito in diversi materiali, in particolare potrete scegliere tra legno, ferro o acciaio.

Soppalco fisso

Modello di soppalco fisso

Il soppalco fisso, solitamente realizzato in muratura, prevede la distribuzione del peso sulle pareti tramite sistemi di ancoraggio ed eventualmente in parte sul pavimento. Il vantaggio di questo tipo di costruzione è quello di aumentare la superficie libera calpestabile al di sotto del soppalco vista l’assenza di travi e colonne di sostegno.

Soppalco in legno

Modello di soppalco in legno

Se amate le atmosfere calde e accoglienti ed i materiali naturali la scelta di un soppalco in legno farà decisamente al caso vostro. Con un po’ di esperienza e qualche piccolo accorgimento potrete anche dedicarvi alla costruzione di un soppalco in legno fai da te creando una piattaforma a doppia orditura di travi in legno lamellare o massiccio poggiata su montanti verticali.

Tra i principali vantaggi della costruzione di un soppalco in legno vi è la rapidità di realizzazione nonché una maggiore leggerezza del carico strutturale e, non ultimo, un minore spessore che permette di sfruttare al meglio spazi e altezze.

Eccovi alcuni video che mostrano passo dopo passo come procedere alla costruzione di un soppalco in legno.

Soppalco in ferro o acciaio

Soppalco in metallo

Se desiderate inserire un soppalco autoportante all’intero di un qualsiasi ambiente, magari optando per una struttura in versione telescopica prefabbricata che permette una pratica e rapida installazione, potrete tendere verso soluzioni in ferro o acciaio.

Gli amanti dello stile industriale potranno porre l’accento sull’impiego del metallo che, oltre a creare un suggestivo effetto estetico, ha il merito di essere molto leggero, sebbene più costoso rispetto ad altri materiali.

Se siete curiosi di scoprire praticamente come costruire un soppalco in metallo, anche in versione telescopica, date un’occhiata ai video che seguono.

Soppalco in muratura

Modello di soppalco in muratura

La costruzione di un soppalco in muratura è decisamente più impegnativa rispetto a quella che prevede l’utilizzo del legno o del metallo. Oltre a dover fare i conti con tempi di realizzazione decisamente più lunghi bisognerà tenere conto che un tale progetto andrà ad aggiungere ulteriore peso alla struttura abitativa e creerà una struttura fissa di ampio spessore che sarà però destinata a durare nel tempo.

In questo caso la soluzione fai da te è quasi impensabile e bisognerà rivolgersi a ditte ed operai specializzati nella realizzazione di opere murarie.

Scale per soppalco

Scala contenitore per soppalco

Non dimentichiamo infine che nella progettazione e costruzione di un soppalco bisognerà tenere conto della scala che andrà a mettere in comunicazione di due ambienti. L’ideale è optare per scale salvaspazio che permettano di ottimizzare al meglio l’impiego della superficie ma, se desiderate creare un ambiente dal design ricercato potrete anche optare per moderni sistemi di ancoraggio dei gradini alle pareti così da creare un effetto fluttuante a dir poco suggestivo.

Ringhiere per soppalco

Modello di ringhiera per soppalco

A completare l’ambiente soppalcato sarà l’inserimento di una ringhiera che, oltre a creare una protezione indispensabile, diverrà un vero e proprio elemento decorativo e di design. Scoprite diversi modelli originali e dal design moderno nel nostro post dedicato proprio a ringhiere e corrimano.

Autore

Michela

“Ogni grande architetto è necessariamente un grande poeta. Deve essere un grande interprete originale del suo tempo, dei suoi giorni, della sua età.” Frank Lloyd Wright